TITLE

DESCRIPTION

Diaro di viaggio Uzbekistan: Khiva

Khiva non l’avevo mai sentita nominare prima di questo viaggio, ma e’ stata una piacevole sorpresa.

E’ gia’ buio quando arriviamo e la citta’ vecchia, circondata dalle antiche mura, non e’ illuminata. Siamo passati dalla modernita’ di Tashkent al passeggiare al buio per le stradine di Khiva, senza i rumori della modernita’ e con un bel cielo stellato.

Khiva – Minareto

E  con un po’ di fantasia non e’ difficile immaginare di essere tornati indietro di qualche secolo e magari girare un angolo e veder arrivare una carovana carica di merci. Impossibile ammirare le bellezze archittetoniche della citta’senza illuminazione ma questa sensazione vale gia’ il viaggio.

E l’impressione di essere tornati indietro nel tempo e’ confermata anche alla luce del giorno. Arricchita dalle immagini dei minareti e delle cupole color turchese. Khiva e’ una citta’ museo. La citta’ vecchia che si trova all’interno delle mura, e’ stata oggetto nel tempo di un intelligente lavoro di conservazione che pur transformandola in un vero e proprio museo a cielo aperto non ne ha intaccato a mio parere la bellezza.

Passeggiare per le viuzze della citta’, ammirare le vecchie Madrase e i bei minareti e’ un piacere per la vista e lo spirito ed e’ probabilmente quanto di piu’ simile si possa trovare alle citta’ delle epoche passate. Anche perche’ e’ una citta’ in cui i turisti sono veramente pochi.

E passeggiando ci si accorge che la citta’ e’ si un museo ma e’ viva ed e’ facile fare incontri piacevoli. Con i bambini innanzitutto che spinti dalla curiosita’ ti portano fin dentro le loro case.

Khiva – Matrimonio

Oppure seguendo la musica e’ possibile incontrare una festa di matrimonio con i suoi complicati riti; come quello in cui la sposa entra per la prima volta all’interno della casa dello sposo. La sposa vestita con abiti tradizionali e totalmente coperta viene accompagnata da un’amica a casa dello sposo dove dopo preghiere, balli e festeggiamenti viene finalmente accolta all’interno della casa.

Khiva – Vista della citta’

Quello che colpisce di Khiva non e’ il singolo monumento, certo il grande minareto colpisce subito, ma e’ l’unita’, e’ proprio l’essere un complesso unico con le moschee, i palazzi, le madrase e le case della gente comune, tutto all’interno delle antiche mura, che fanno di questa citta’ un piccolo gioiello.

 

di Giuseppe Usai

(continua)

Lascia un commento

Prossime partenze

Viaggi a partire dal: 22-11-2017
  • senegal sine saloum12 id45_2016 Partenza: 02/12/2017 - Rientro: 10/12/2017
    Il Senegal della diversità: riserve naturali, ospitalità e consapevolezza
  • Marocco10_2008 Partenza: 02/12/2017 - Rientro: 09/12/2017
    Dall'Atlantico al Mediterraneo: tra città imperiali, sapori e colori del Rif
  • Senegal Partenza: 26/12/2017 - Rientro: 06/01/2018
    Un viaggio tra paesaggi, tradizioni e comunità
  • Iran Partenza: 26/12/2017 - Rientro: 08/01/2018
    SPECIALE INVERNO
    Teheran, Esfahan, Persepoli: storia millenaria e rapidi cambiamenti
  • Birmania Partenza: 27/12/2017 - Rientro: 08/01/2018
    Speciale Festival Ananda a Bagan
    Terra dorata di pescatori, monaci, tribù etniche: un viaggio d'incontro

VIAGGI SOLIDALI

Società Cooperativa Sociale Onlus
P.zza della Repubblica, 14
10152 TORINO
Tel: 011-4379468
Email: info@viaggisolidali.it
P.IVA: 08998700010

Silver medal, best Innovation
by a Tour Operator


DOCUMENTAZIONE

Assicurazioni viaggiatore
Contratto di viaggio
Copyright

Rea: TO 10818
Albo delle Cooperative: A161747 del 05/01/2005
Lic. Ag. Viaggi n. UL/2005/65/7 del 12/05/2005
Assicurazione RCT/RCO: UNIPOL polizza 149563032
Polizza insolvenza: CBL Insurance Europe

Privacy Policy

SIAMO SOCI DI



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Registrandoti alla Newsletter acconsenti alla nostra Privacy Policy