top of page
Monks receive alms bowl at countryside of Thailand_edited.jpg

La Tarta in SaLento!

Aggiornamento: 3 ott 2022


No, la L maiuscola non è un refuso. Il suono “Lento” scatena fantasie ed emozioni nella Tarta che impongono l’uso della maiuscola.


Così quando Antonella, anima e cuore della nostra campagna, ci ha proposto il SaLento come tappa italiana dei Viaggi della Tarta ci siamo immaginati il sorriso compiaciuto della Tarta ed abbiamo subito risposto SI!


Antonella è una salentina doc trapiantata in Brianza, innamorata della riserva WWF di Torre Guaceto e dell’area protetta di Porto Cesareo dove c’è un importante Centro di Recupero delle Tartarughe Marine.


La sorella Viviana alla cui memoria è dedicata la Campagna Turisti Solidali era innamorata della Tartaruga e del mare ed anche lei ha visto nascere il progetto della Riserva Marina di Torre Guaceto con un approccio sensibile e rispettoso verso l’ambiente e le comunità locali.


Così è nata l’idea di far vivere in questa Riserva gestita dalla Cooperativa Thalassia una settimana davvero unica e solidale ai 22 ragazzi del Centro Diurno Pegaso di Brindisi.


Per persone come loro il periodo di lockdown è stata un’esperienza difficile da sopportare, per molti versi misteriosa ed inspiegabile, forse anche per questo ancora più marcata e sofferta!



Finalmente fuori dagli spazi chiusi, dal 7 al 13 settembre hanno potuto riempirsi gli occhi ed il cuore con le immagini, i profumi ed i suoni di Torre Guaceto con le tartarughe come compagne di avventure straordinarie per persone davvero speciali.


Ogni mattina cominciava col “buongiorno tartaruga” prima di avventurarsi in nuove scoperte sempre diverse! Hanno fatto conoscenza con le tartarughe meno fortunate della Tarta, bisognose di aiuto, ma una volta curate pronte a partire per riprendere il loro viaggio verso la libertà nell’immensità del mare. Le giornate sono state scandite da attività di laboratorio ed escursioni dentro e fuori dall’acqua, all’insegna del rispetto dell’ambiente. 



Guidati dagli educatori della Cooperativa Thalassia i ragazzi si sono impegnati in attività di salvaguardia ambientale come liberare il mare dai rifiuti spiaggiati o avviare una campagna di sensibilizzazione a portata di ombrellone per raccontare a turisti, residenti e bagnanti tutte le storie che viaggiano sul carapace di una tartaruga!


“E’ stata una settimana ricca di esperienze ed attività al limitar del mare, lì dove l’acqua incontrando la sabbia porta tesori e racconta storie” ci racconta Tonia Barillà della Cooperativa Thalassia. “I sorrisi dei ragazzi e degli operatori – dice Giuseppe Flore, presidente della cooperativa – sono il ricordo più caro che ci portiamo nel cuore. I Viaggi della Tarta sono stati una bellissima occasione di apertura e arricchimento, soprattutto in risposta ai danni causati dalla pandemia: abbiamo avuto la possibilità di offrire la nostra passione per la natura e il nostro lavoro per un progetto dal respiro solidale e al tempo stesso abbiamo ricevuto dai partecipanti nuovi preziosi strumenti per crescere e migliorarci. Grazie, Tarta!”


In un’estate torrida con picchi da 46 gradi il Viaggio della Tarta in SaLento è stata dunque un modo per dare un senso diverso e solidale a questa ennesima stagione estiva con la mascherina.



…Continuate a seguire la Tarta in questo meraviglioso giro del mondo della solidarietà…


Quali saranno i prossimi viaggi?

SOSTIENI E CONTRIBUISCI ANCHE TU A NON FERMARE LA SOLIDARIETÀ…

e scopri le prossime destinazioni!

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page