top of page
Monks receive alms bowl at countryside of Thailand_edited.jpg

“Orient Express. L’Oriente sotto casa: STORIE DI SAMARCANDA”



L’Oriente sotto casa: un progetto di Viaggi Solidali e Mao Museo d’Arte Orientale per scoprire l’Oriente a Torino. Giovedì 12 gennaio 2012 ore 18.00  


STORIE DI SAMARCANDA

Il MAO Museo d’Arte Orientale di Torino e Viaggi Solidali, cooperativa sociale e tour operator di turismo responsabile hanno dato vita a una collaborazione finalizzata allo sviluppo di progetti interculturali.

Il progetto Orient Express.L’Oriente sotto casa si è avviato con un ciclo di conferenze articolato in tre incontri con grandi viaggiatori d’Asiache, partendo dalle proprie esperienze di viaggio raccontate in libri, reportage fotografici, carnet di viaggio, guidano il pubblico attraverso tutta l’Asia: dall’Afghanistan alla Cina, dall’Uzbekistan all’India, dalla Cambogia al Giappone, seguendo le rotte dei grandi fiumi e delle vie carovaniere che solcano il continente.La seconda conferenzadal titolo Storie di Samarcanda si svolgerà giovedì 12 gennaio 2012alle ore 18.Lo storico Marco Buttino e il professor Massimo Toscani guideranno il pubblico alla scoperta dell’Asia Centrale: un viaggio nella storia e nella realtà attuale dell’Uzbekistan e della mitica città di Samarcanda. L’Uzbekistan è una delle repubbliche dell’Asia Centrale ex-sovietica che più conserva tracce della complessa storia politica e culturale della regione. Partendo dalla memoria del Turkestan e del “Grande Gioco” ottocentesco, i relatori ripercorreranno le vicende del paese dal momento della rivoluzione bolscevica del 1917 sino ai giorni nostri, tracciando un quadro della situazione odierna di Samarcanda, con specifici approfondimenti sul tema della situazione delle minoranze che vi abitano, i problemi ambientali della zona del lago d’Aral, gli intricati movimenti sulle vecchie e nuove “vie della seta”. Accompagneranno la conferenza testimonianze, letture, proiezioni di immagini e filmati.

Marco Buttino è professore di Storia dell’Europa Centrale e dell’Asia Orientale presso l’Università di Torino e autore de La rivoluzione capovolta (2003). Oltre al suo impegno di ricercatore e accademico, da anni è impegnato a Samarcanda nel sostenere le attività di un asilo situato nel quartiere ove risiede la minoranza degli lyuli.

Massimo Toscani è docente di lingua e cultura italiana e dirige con Giovanna Piera Viale il Dipartimento di Italianistica presso l’Istituto di Lingue Straniere di Samarcanda: ogni anno il dipartimento laurea giovani uzbeki che hanno l’opportunità di compiere viaggi studio in Italia e lavorare nei diversi campi di cooperazione tra i due paesi.Ingresso libero alla conferenza


INFO: tel. 011 4436927 siti www.maotorino.it; www.viaggisolidali.it

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page