top of page
Monks receive alms bowl at countryside of Thailand_edited.jpg

Diario di Viaggio: la mia Cuba


Viaggio prenotato, burocrazia espletata, valigia pronta ed io carica di entusiasmo ed aspettative per quello che speravo sarebbe stato il viaggio più importante della mia vita. La meta? Cuba, l’isola caraibica che, con le spiagge bianche ed il calore della sua gente, attrae turisti da tutto il mondo, e che, per la decennale dittatura, è altrettanto universalmente condannata.

Nei miei 15 giorni trascorsi sull’isola molte sono state le cose che ho visto ed amato: ho visto un Paese orgoglioso e colto, unito da una storia di liberazione e rinascita che è viva e presente nella coscienza delle persone come nelle strade; che costruisce giorno per giorno il suo domani, attraverso il lavoro e l’impegno degli uomini prima che delle istituzioni; che non ha fretta né ansia, che sa aspettare e godere di ciò che ha; un Paese solidale, in cui ciascuno condivide con gli altri ciò che ha, poco o molto che sia; un Paese senza classi sociali, senza emarginazione, senza guerra e senza odio; un Paese senza fame, in cui la povertà ha decoro e compostezza e non è mai miseria. Ho visto una terra fatta di persone dal sorriso aperto, dal riso contagioso e dalla commovente dolcezza; una terra in cui il verde e l’azzurro hanno infinite sfumature, ma la pelle degli uomini non ha colore; in cui le case hanno porte e finestre aperte, e campi e giardini sono privi di recinzioni; in cui musica e ballo accompagnano qualunque momento del giorno e qualunque età della vita; in cui i buoi trainano ancora l’aratro, le scrofe allattano i propri cuccioli, i galli cantano all’alba ed i machete servono ad aprire le noci di cocco e a riparare le vetture.

Al mio ritorno in Italia, sono state e sono ancora molte le persone che mi hanno detto che un luogo così non esiste, che l’ho solo sognato. Forse hanno ragione; ma se così fosse, per favore, dite loro di non svegliarmi: ho bisogno di continuare a sognare.

F.V.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page