top of page

Viaggio di GRUPPO

SPAGNA

CON ACCOMPAGNATORE Andalusia Occidentale: un viaggio autentico

Disponibile

Quasi Pieno

Sold Out

SCEGLI LE DATE DEL VIAGGIO

-

-

-

NESSSUNA DATA IN PROGRAMMA

Edizione Speciale: con accompagnatrice Viaggi Solidali e guide turistiche locali!

10 GG | 9 NN

Mappa illustrata

Quota Volo

da 280 €

Supp. Small  Group

(10/11 pax) 100€

Supp. Singola

€ 200

Quota Viaggio

1690 €

Supp. Small  Group

724

Edizione Speciale: con accompagnatrice Viaggi Solidali e guide turistiche locali!

Tra paesaggi lunari e città di grande fascino, piccoli pueblos abbarbicati sulle cordilleras. Alla scoperta del cuore autentico di questa regione, un viaggio nella storia e di convivenza fra cultura araba, ebraica e cristiana


L’Andalusia Occidentale, a metà tra Europa ed Magreb, è una regione ricchissima di storia, sole, colori, buon cibo e solidarietà.

Arrivare a Malaga, al suo affaccio sul Mar Mediterraneo con spiagge pubbliche curatissime, visitare la città antica e scoprirne le molte sfaccettature e il suo aspetto eco sostenibile. Da Malaga verso l’interno: Antequera patrimonio Unesco dell’Umanità; Ronda con il vertiginoso ponte romano sospeso in una gola profonda e che unisce i due lati della città; Setenil de las Bodegas infilata nella roccia. Torneremo verso il mare, questa volta l’Atlantico e conosceremo Cadice, antica città di origine fenicia. Dopo la visita ad un produttore di vini a Jerez, ecco Siviglia, l’austera: qui avremo tempo di ammirarne le bellezze e di gustarne le delizie, preparandole noi stessi in un laboratorio di cucina.


Ci sposteremo verso Cordoba, passando da Carmona: conosceremo questa città fortezza, che ebbe grande importanza strategica e di controllo. Ed infine l’incanto di Cordoba con la Mezquita e le vie di case bianche da cui si scorgono meragliosi patios di stile arabeggiante. Rirentreremo a Malaga per un’ultima serata libera prima di rientrare in Italia.


Ci sposteremo verso Cordoba, passando da Carmona: conosceremo questa città fortezza, che ebbe grande importanza strategica e di controllo. Ed infine l’incanto di Cordoba con la Mezquita e le vie di case bianche da cui si scorgono meragliosi patios di stile arabeggiante. Medina Al-Zahara, poco più a nord, che con i suoi scavi archeologici testominia un passato di grande ricchezza della dominazione araba.


Rirentreremo a Malaga per un’ultima searata libera prima di rientrare in Italia.

Mappa illustrata

Plus Solidale

L’Associazione Almijara è nata a Malaga nel 1987 con l’obbiettivo di sensibilizzare il rispetto per l’ambiente e il rimboschimento di zone in stato di abbandono, sia in ambiti urbani sia in natura. In una regione che si affaccia all’Africa, con scarse precipitazioni, la cura delle foreste e la loro tutela diventa ancora più importante. Oltre a ciò, l’associazione promuove progetti educativi per scuole, aziende e istituzioni pubbliche, si fa promotrice di turismo responsabile, si impegna a diffondere il concetto di un vivere quotidiano sostenibile sia in ambito privato che professionale.
Nella città di Carmona, pranzeremo in un ristorante gestito dalla Caritas, che impiega personale con disabilità e difficoltà, per un sostegno concreto all’integrazione sociale. Sempre a



Carmona, l’incontro con le suore Clarisse nel loro monastero di clausura, per riflettere sul concetto di fede, povertà e fratellanza nel lavoro quotidiano.

Highlights & Gallery del viaggio

Itinerario |

CON ACCOMPAGNATORE Andalusia Occidentale: un viaggio autentico

Comprende/Non Comprende

Giorno 1, giovedì 18 aprile: Italia-Malaga

Partenza dall’Italia ed arrivo in serata a Malaga. Dopo il trasferimento con un mezzo privato in albergo ed il check- in un albergo in uno dei paesi della costa, la sera sarà libera. Malaga è la seconda città dell’Andalusia dopo Siviglia. La città si affaccia sul Mar Mediterraneo con un porto commercialeed un lungo molo recentemente rinnovato, ora divenuto vivace luogo di ritrovo, e curatissime spiagge pubbliche. Ha conosciuto una rinascita culturale importante nell’ultimo ventennio, con il ripristino del centro storico e la creazione di poli museali di grande importanza, tra cui il Museo Thyssen, il Museo Picasso, Le Centre Pompidou. Con le sue vestigia romane, la presenza forte del mondo arabo, e la cristianità espressa dalla sua imponente cattedrale, Malaga riserva molte sorprese e storie da raccontare.


Giorno 2, venerdì 19 aprile: Malaga

Dopo la prima colazione libera, ci dedicheremo alla visita della Malaga monumentale: saliremo verso l’imponente fortezza araba Alquazaba, la cui costruzione risale circa all’anno 1000, si dice, sulle fondamenta di una fortezza fenicia. Non lontano sorge il teatro romano che fu riportato alla luce solo negli anni ’50, in un luogo dove sorgeva la Casa della Cultura, demolita definitivamente negli anni ’90 per dare risalto a questa importante testimonianza della Hispania romana. Visiteremo poi la maestosa Cattedrale, costruita a partire dal 1487 sulla preesistente moschea, a dimostrazione della supremazia dei re cattolici sui musulmani.
Prima del pranzo libero passeggeremo nel mercato centrale coperto di Atarazanas e degusteremo un bicchiere di vino nella taverna più antica della città.
Dopo il pranzo andremo a conoscere l’Associazione Almijara. Nata a Malaga nel 1987 con l’obbiettivo di sensibilizzare il rispetto per l’ambiente e il rimboschimento di zone in stato di abbandono, sia in ambiti urbani sia in natura. In una regione che si affaccia all’Africa, con scarse precipitazioni, la cura delle foreste e la loro tutela diventa ancora più importante. Oltre a ciò, l’associazione promuove progetti educativi per scuole, aziende e istituzioni pubbliche, si fa promotrice di turismo responsabile e sostenibile, si impegna a diffondere il concetto di un vivere quotidiano sostenibile sia in ambito privato che professionale.

Rientro in albergo. La giornata termina con una cena, gustando prodotti del territorio che soddisferanno tutti i palati!


Giorno 3, sabato 20 aprile: Malaga-Antequera-Malaga

Dopo la prima colazione libera ci trasferiremo con un mezzo privato verso Antequera. Visiteremo con la guida i Dolmen di Menga e di Viera: strutture sepolcrali paleolitiche risalenti al 2000 A.C. circa, che insieme al Torcal ed al centro storico di Antequera, sono valse l’iscrizione ai Patrimoni dell’Umanità Unesco. Ci trasferiremo poi ad Antequera per la visita al centro storico di questa città di 40.000 abitanti, di vocazione agricola, con estese coltivazioni di ulivi sulle colline circostanti. Spicca in particolare la chiesa SantaMaria la Mayor, la prima in Andalusia in stile rinascimentale, a cui si accede attraverso l’Arco de los Gigantes. Dopo il pranzo libero andremo a visitare la zona del Torcal Alto: anticamente ricoperta dal mare, è una terra emersa in formazioni rocciose di origine calcarea, che rendono questo paesaggio uno dei più impressionanti d’Europa per fenomeni carsici. La passeggiata tra le formazioni rocciose in questo paesaggio lunare dora un’ora e mezza circa, è un circuito ad anello di 1,5 km, con dislivello di 39 metri. Fondo roccioso, gradini. Non presenta particolari difficoltà, ma si richiede un minimo allenamento: consigliamo scarpe da trekking leggero, una giacca (siamo a 1200 m. slm) e una borraccia di acqua al seguito!
Dopo il rientro in albergo, il resto della giornata sarà a disposizione per godersi la città.


Giorno 4, domenica 21 aprile: Malaga, Ronda, Setenil de la Bodegas, Cadice.

Lasciamo Malaga di prima mattina dopo la prima colazione libera per recarci pullman privato verso Cadice, meta finale della giornata, che vedrà due soste e visite importanti. La prima sarà nella città di Ronda: antica città andalusa, iconico esempio di architettura il cui simbolo è il vertiginoso ponte sospeso nel vuoto di una gola scavata fra le rocce. Visiteremo l’affascinante centro città e i Bagni Arabi, i più antichi e meglio conservati della Spagna; pranzeremo poi in un ristorante caratteristico con prodotti e vini locali. Nel primo pomeriggio, la seconda sosta è a Setenil de las Bodegas,  un paese particolarissimo, non arroccato sulle colline, ma in parte ingoiato dalla roccia. “Septem nihil”, per sette volte attaccato invano dai cristiani per sottrarlo al dominio degli islamici. Il racconto della guida ce ne rivelerà la storia e le curiosità. Verso il tardo pomeriggio, giungeremo a Cadice, dove è previsto il pernottamento. La cena libera per gli amanti del pesce, offrirà l’imbarazzo della scelta tra i ristorantini del barriodei pescatori, detto de la Viña!


Giorno 5, lunedì 22 aprile: Cadice, Jerez de la Frontera, Siviglia

Dopo la prima colazione libera, visiteremoCadice, antica città fenicia, costruita su un lembo di terra affacciato sull’Oceano Atlantico. Ricca del fascino delle città di mare e delle fortezze, è considerata una delle più antiche città d’Europa. Il suo antico nome è Gadir (stessa radice della città di Agadir, in Marocco). Il centro storico è tutto raccolto nella propaggine a nord, circondata dal mare, alle spalle lunghe spiagge di sabbia dorata. Visiteremo la città nel suo nucleo storico e poi dalla prospettiva del mare, con una passeggiata lungo i bastioni.

Con il nostro bus privato ci sposteremo verso l’interno in direzione Siviglia. Non mancherà una sosta a Jerez de la Frontera, dove conosceremo un produttore dei famosi vini che gli inglesi chiamano sherry. Visiteremo la cantina e faremo una degustazione accompagnata dal racconto dei produttori. Dopo il pranzo libero, una passeggiata nel centro città per conoscerne il fascino. Jerez de la Frontera stupirà per la sua bellezza, un poco fuori dai circuiti del turismo tradizionale. Verso il tardo pomeriggio raggiungeremo Siviglia, dove è previsto il pernottamento. La cena è libera.


Giorno 6, martedì 23 aprile: Siviglia

Capoluogo dell’Andalusia, attraversata da fiume Guadalquivir, è la città più grande di tutto il sud della penisola iberica. È stata una delle città più importanti d’Europa sia sotto il dominio musulmano, sia dopo la reconquista cristiana. Porto di collegamento tra l’Europa e le Americhe, Siviglia divenne la città più ricca e cosmopolita della Spagna: dopo la traversata atlantica, infatti, le navi risalivano il fiume raggiungendo l'immenso scalo della città. Era questo il Siglo de Oro (1492-1681), il suo periodo di massimo splendore.
Noi la visiteremo partendo dopo la prima colazione libera dal centrale barriodi Santa Cruz; ci fermeremo al Real Alcazar, il palazzo reale sorto su una fortezza romana e abbellito nei secoli, prima dalle dinastie islamiche e poi da cristiani, che mantennero le icone estetiche proprie dell’architettura araba, in uno stile unico, chiamato mudejàr.Il pranzo ed il resto della giornata saranno liberi per godere delle bellezze della città a proprio piacimento.

Verso il tardo pomeriggio ci sposteremo a piedi nel quartiere di Triana, e in un laboratorio dell’omonimo mercato, ci cimenteremo in una scuola di cucina, dove impareremo a preparare alcuni fra i piatti andalusi più rappresentativi, cucinati con gli ingredienti freschi del mercato… e sarà la nostra cena.


Giorno 7, mercoledì 24 aprile: Siviglia

Dopo la colazione libera visiteremo di prima mattina visiteremo una Siviglia meno nota: il Palacio de las Dueñas dove nel 1875 nacque il poeta Antonio Machado; passando per l’Iglesia del Salvador si passa vicino al particolarissimo Paseo Panoramico Setas, con la sua struttura architettonica avveniristica creata dall’architetto tedesco Jürgen Mayer.

Poi l’imponente Cattedrale, uno dei più imponenti monumenti gotici in Europa Occidentale, costruita in oltre un secolo con una sovrapposizione di stili che la rendono un patrimonio inestimabile di stili. Qui le supposte spoglie di Cristoforo Colombo giacciono in un elaborato catafalco bronzeo, a testimonianza della storia, delle sue interpretazioni e delle sue contraddizioni.
Il pranzo e parte del pomeriggio sono liberi.


Giorno 8, giovedì 25 aprile: Siviglia, Carmona, Cordoba

Lasciamo Siviglia dopo la prima colazione e ci muoviamo in direzione Cordoba, fermandoci nella città di Carmona: città-fortezza di particolare importanza strategica tra Siviglia e Cordoba, tanto che Giulio Cesare la definì inespugnabile. Visiteremo il centro storico della città: passeggiando per le sue vie, ci recheremo poi al Convento di Santa Clara, ed incontreremo le suore clarisse che ci parleranno del loro lavoro quotidiano e della loro vita fatta di preghiera, devozione e fratellanza. I dolci che escono dai loro forni sono famosi in tutta la regione, e sostengono la comunità di queste sorelle legate al voto di povertà.
Pranzeremo poi nel bistrot gestito dalla Caritas cittadina, in una delle piazze più belle della città. Conoscere questa realtà impegnata nel sociale attraverso i sapori che escono dalla cucina, sarà un vero piacere!

Dopo il pranzo ci dirigeremo a Cordoba, dove visiteremo L’Alcazar de los Reyes Cristianos: fortezza e palazzo dalle solide mura, che racchiude gran parte della storia architettonica di Cordova. Qui, infatti, convivono resti romani e visigoti con quelli di origine araba. Quando nel 1236 Cordova fu conquistata da Ferdinando III il Santo, l'edificio, che faceva parte dell'antico Palazzo del Califfato, fu completamente distrutto. Alfonso X il Saggio ne iniziò il restauro, che fu completato durante il suo regno. Nel corso della storia è stato adibito a molteplici usi: come sede del Sant'Uffizio (Inquisizione), prigione nella prima metà del XIX secolo.

Dopo il check-in a Cordoba, la serata e la cena saranno liberi. Chi lo avrà prenotato, si godrà il momento di puro relax all’hammam…non dimenticate di portare con voi il costume da bagno!


Giorno 9, venerdì 26 aprile: Cordoba, Malaga

Di prima mattina lasciando i bagagli in albergo, inizieremo la visita di Cordoba: capitale dell’Al-Andalus, una delle città più importanti del Periodo d’Oro islamico, culla di studiosi, scienziati e filosofi dell’epoca, non era seconda neanche a Costantinopoli. Passò nel 1236 nelle mani dei Cristiani del Regno di Castiglia, e qui la pagina della storia cambiò, insieme alle sue testimonianze artistiche ed architettoniche ancora oggi presenti. Ne è un esempio eclatante la Mezquita, simbolo della città. La nostra visita guidata ci farà scoprire la Juderia, il quartiere ebraico fatto di viuzze stette e case bianche molto semplici ma che rivelano all’interno i tipici cortili che offrono frescura e riparo, con la Sinagoga, costruita nel 1315 e una delle più antiche rimaste in Spagna.
Ci sposteremo a piedi verso la Mezquita, simbolo e incanto della città, per conoscerne la storia ed apprezzarne le architetture interne dove moschea e chiesa si sono fuse in un esempio unico e bizzarro di incontro di due culture e religioni.Il pranzo sarà libero per prendere una pausa e gustare le specialità della zona: noi consigliamo di provare il salmorejo, una zuppa fredda di pomodoro e pane raffermo, con uova ed olio di oliva…una vera delizia!

Nel pomeriggio, passeggeremo con la guida ancora alla scoperta della città: i patios e passando peri l’ Alcazar de los Reyes Cristianos che dopo i suoi fasti, divenne sede del tribunale dell’Inquisizione, in tempi più oscuri.Dopo avere recuperato i bagagli, ci recheremo con un mezzo privato alla stazione della città, dove raggiungeremo Malaga su un treno ad Alta Velocità che ci permetterà di godere di un bellissimo paesaggio collinare dai suoi finestrini.Dopo il check-in in albergo, si potrà godere di una serata nella piacevolissima città che ci ha accolto all’arrivo.


Giorno 10, sabato 27 aprile: rientro in Italia

Trasferimento in aeroporto con un bus privato e partenza per l’Italia.

Cosa comprende questo tour

Mappa illustrata
La quota comprende

> La quota comprende: Quota di iscrizione, inclusa di assicurazioni “Assistenza alla persona”
>“Spese mediche”, “Bagaglio” e “Annullamento”,
> Trattamento di solo pernottamento.
> Cena di benvenuto a Malaga
> pranzo a Carmona
> scuola di cucina con cena a Siviglia.
> Degustazione di vini a Malaga e Jerez de la Frontera
>Gli ingressi a musei e siti
>Minibus privato con autista
>Il transfer dall’aeroporto all’hotel, il treno AV per Cordova
> Biglietti del bus urbano (giorno 2).
>Accompagnatore Viaggio Solidali per tutto il viaggio in accostamento alle guide e guide turistiche specializzate come previsto dal programma. >Quota di solidarietà per lo sviluppo di progetti locali (35 euro)

Mappa illustrata
La quota non comprende

> Volo aereo A/R per Malaga;
> Le colazioni a Siviglia e Cordova;
> Pasti liberi (circa 10/15 euro l’uno);
> Bagno arabo a Cordoba ( 24 euro - esperienza facoltativa, da prenotare in fase di iscrizione);
> Alcuni piccoli trasferimenti locali;
> Spese personali e mance;
> Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

Scheda tecnica del tour

Pernottamento e Pasti

I pernottamenti sono previsti in piccoli alberghi, in alcuni dei quali è possibile usufruire del servizio di prima colazione

Trasporti:

Gli spostamenti avverranno con un mezzo privato, tranne la tratta Cordoba-Malaga (treno ad alta velocità) e gli spostamenti interni alla città di Malaga.

Documenti e Salute

Carta di identità in corso di validità.

Assicurazione

Assistenza alla Persona, Spese Mediche, Bagaglio ed Annullamento.
I nostri viaggi sono coperti da polizza ERGO (Polizza n. 69180175-PV19), compagnia specializzata nelle coperture assicurative del
turismo.
Per maggiori informazioni clicca qui

Clima per questo viaggio

Il clima è tipico della zona basso Mediterranea, con estati molto calde all’interno, più ventilate sulle coste. Primavera ed autunno regalano giornate piacevoli, che possono essere in alcuni periodi calde. Inverni freschi, con piogge sempre poco frequenti.

Folla con maschere

RACCOMANDAZIONI COVID - 19

Raccomandiamo ai partecipanti di verificare prima della partenza l’eventuale documentazione necessaria secondo le normative nazionali e regionali vigenti al momento dell’effettuazione del viaggio.

Note Importanti

Le informazioni suindicate riportate potrebbero subire, prima della partenza, variazioni in base all’operativo dei voli e alle diverse stagioni delle partenze.

Eventuali modifiche e/o aggiornamenti rilevanti saranno comunque forniti in fase di conferma del viaggio.

Ove previsto, il supplemento per “piccolo gruppo” verrà rimborsato o scalato dal saldo al raggiungimento del minimo di partecipanti.

sfondo_edited.png

PREISCRIVITI A QUESTO GRUPPO

Come ci hai conosciuto?
Form Prenotazione Gruppi
bottom of page