top of page
Monks receive alms bowl at countryside of Thailand_edited.jpg

IT.A.CÁ migranti e viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile

Aggiornamento: 7 ott 2022


Itinerari dentro e fuori mura alla scoperta delle diverse facce del viaggio, della natura e del patrimonio locale. Esplorazioni urbane, aperitivi cene dal mondo a km 0, esperienze di viaggi solidali, percorsi di ImporTurismo, seminari e convegni. Un concorso internazionale, laboratori, presentazione di libri, video, foto, musica, teatro e molto altro ancora…

Il Festival it.a.cà migranti e viaggiatori: festival del turismo responsabileprenderà il via dal Parco della Resistenza di San Lazzaro, domenica 22 maggiodalle 11.00 alle 18.00, con “Humanity Fair: fiera di altre umanità”, un evento tra informazione e performance con la compagnia Teatro dell’Argine, per approdare la domenica successiva all’Agriturismo Dulcamara di Ozzano dell’Emilia, con una giornata all’insegna del relax, dell’arte e del cibo a chilometri zero.

Lungo il viaggio, diversi luoghi della città di Bologna verranno animati da eventi e momenti d’incontro volti a valorizzare il territorio, il patrimonio artistico-culturale e promuovere il tema della responsabilità e della sostenibilità attraverso il turismo.

Per tutta la settimana, il festival proporrà itinerari dentro e fuori mura alla scoperta delle diverse facce del viaggio, della natura e del patrimonio locale, con presentazione di libri sul tema del turismo e delle migrazioni, esplorazioni urbane (a piedi, in bici e persino in risciò), convegni sulla legalità e sugli stereotipi legati agli immigrati, cene esperienziali con una originale interazione di cibo, teatro e musica.

Da segnalare tra gli appuntamenti, la premiazione di “It.a.cà contest. In viaggio verso casa”, un concorso internazionale di parole e immagini, a cui hanno partecipato oltre 200 opere provenienti da tutto il mondo, che si terrà a Bologna il25 maggio e a New York l’8 giugno.

Venerdì 27 e sabato 28 maggio, presso i Giardini del Baraccano, il momento centrale del festival: laboratori, video, foto, musica, teatro, banchetti informativi e molto altro ancora per esplorare “i diritti e i rovesci del viaggio, vicino e lontano da casa”. Perché il viaggio responsabile parte da casa e arriva a casa (dal nome del festival “ît a cà”, cioè “sei a casa?” in dialetto bolognese): “una qualsiasi casa, una qualsiasi Itaca da raggiungere – spiegano gli organizzatori –, dove più che la meta conta il percorso e il modo in cui ci si mette in cammino”.

La terza edizione del festival del turismo responsabile It.a.cà è organizzato con la compartecipazione di Provincia di Bologna, Coop Adriatica e Aitr (Associazione italiana turismo responsabile) e i patrocini di Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna.

Per saperne di più su luoghi, itinerari e programma: Il sito del Festival It.a.cà

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

תגובות


bottom of page