top of page
Monks receive alms bowl at countryside of Thailand_edited.jpg

Generatività: la CISV per il futuro della società

Aggiornamento: 7 ott 2022


L’Archivio della generatività italiana è un progetto dell’Università Cattolica e del Centro  don Sturzo. “Generatività” e “forze generatrici” rimandano al lavoro che la generazione attuale compie per riuscire a garantire una possibilità di sviluppo per le generazioni future. “Si vuole promuovere lo sviluppo degli individui”, in particolare dando attenzione ai giovani e a tutte quelle realtà territoriali che ogni giorno lavorano per dare “vivacità al paese” contro la “sterilità delle dinamiche politico-istituzionali” recita il mandato dell’Archivio.

L’obiettivo è di reinterpretare l’unicità della varietà italiana per delineare la nuova direttrice di sviluppo di cui l’Italia ha bisogno, il tutto rispondendo ad una semplice domanda: “crescere sì, ma come?”.

All’interno del terzo settore in Piemonte è stata scelta la CISV, (Comunità, Impegno, Servizio, Volontariato), ong di Torino, unica nel suo genere a comparire per ora nell’Archivio, la quale ha coniato lo slogan “Diventare grandi rimanendo piccoli”. Il Presidente CISV, Piera Gioda, nell’intervista condotta dalla redazione dell’Archivio spiega cosa significa diventare grandi, con sempre più progetti e paesi da seguire, rimanendo piccoli, cioè continuando a vivere un’idea di comunità e di rapporto personale non solo tra i collaboratori, ma anche con i partner dei paesi in via di sviluppo. Conducendo ogni azione “con un approccio partecipativo e collegiale, faticoso, a volte”, ma “generativo”, appunto.

Se da una parte così la CISV lavora in 11 paesi africani e latino-americani, creando una rete di associazioni di base il cui carattere fondante è la partecipazione e la collaborazione di tutti, dall’altra negli anni ha scelto di impegnarsi anche sul fronte italiano per incrementare la consapevolezza della necessità di modificare i propri stili di vita. E’ divenuta così socio fondatore di Viaggi Solidali, cooperativa ed agenzia viaggi torinese impegnata nella promozione del turismo solidale in tutto il mondo, dove forte è la presenza della condivisione e della partecipazione: il Nord e il Sud si incontrano per dare vita ad una comunità più estesa che benefici dello scambio reciproco. Ha fatto nascere Triciclo, una cooperativa sociale di tipo b per l’inserimento delle persone svantaggiate, i cui fondamenti sono la promozione del riciclo e di un riutilizzo consapevole per lo sviluppo di un consumo più sostenibile. Ha dato vita a una cooperativa di servizi educativi, per diffondere una cultura di interculturalità e pace.

Di fronte ai continui tagli ai fondi pubblici e alle troppe emergenze che distolgono l’attenzione dell’opinione pubblica, Piera Gioda sottolinea che vi è ancora molta domanda di verità nei rapporti e una ricerca continua per trovare un orizzonte, anche nei valori e nella condivisione, che si contrappone all’individualismo odierno.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page