NEWGUADALUPA: La farfalla dei Caraibi

Due isole separate da un piccolo canale, un intreccio profondo di natura incontaminata, storia e tradizioni

da 2280 € + volo aereo a persona


9 giorni

INFORMAZIONI UTILI

PRENOTA SENZA IMPEGNI

    Vuoi saperne di più su questa proposta di viaggio?

    EVA

    Responsabile viaggio


    Ricordati diprendere visione della nostra Privacy Policy

    1. Loading ...

    Il fascino del viaggio

    Se la guardate su un cartina geografica, la sua forma è di farfalla. Guadalupa, così Cristoforo Colombo battezzò quella che gli Amerindi chiamavano Karukera, l’isola dalle belle acque, è la più estesa delle Piccole Antille.  Adagiata fra il Mar dei Caraibi ad ovest e l’Oceano Atlantico ad est, vanta numerosi primati: il suo vulcano, La Soufrière, è la vetta più alta di questo arcipelago. Svetta con i suoi 1467 metri su Basse Terre, la metà dell’isola montuosa e selvaggia. Sferzata quasi sempre dal vento e da  sbuffi di gas solforoso, è una rivelazione scorgerne la cima che sbuca improvvisa tra le nuvole, in mezzo alla foresta pluviale.  Quest’ultima, con la sua estensione, è il secondo primato dell’isola: un primato per estensione e biodiversità. Visiteremo la foresta pluviale accompagnati da una guida naturalistica, che ci insegnerà a riconoscere la vegetazione, a capire il sistema perfetto di questo ecosistema. Ci impegneremo in un trekking sulla cima del vulcano La Soufriére: un cammino impegnativo ma straordinario, che alla fine ci regalerà il meritaton relax  in un bagno di acque sulfuree. Guadalupa è la patria del Rhum: e allora cercheremo di capirne l’origine e la lavorazione, visitando uno dei suoi stabilimenti più rinomati. Impareremo come si produce il cioccolato, guardando da vicino le piante, riconoscendo  le bacche del cacao da cui si ricava. Faremo visita ad un centro di protezione della biodiversità a Grand Terre, e parleremo di storia: in quest’isola che ne è pregna, non potranno mancare momenti di riflessione profonda  visitando il  Museo Mémorial  Acte nella capitale Point-à-Pitre: in un contesto architettonico di grande impatto, percorreremo la storia dell’isola e quella della schiavitù, di tutte le schiavitù e di tutte le migrazioni. Una riflessione particolarmente attuale, anche per noi. A Grand Terre conosceremo poi l’associazione Lakou Véranda, che si impegna nel preservare la tradizione musicale dei canti e dei balli accompagnati dal suono di tamburi chaimati ka: questa tradizione è dal  2014 bene immateriale dell’umanità Unesco. Non mancheranno infine le meravigliose  spiagge di Guadalupa e i giusti momenti di relax  per conservare un ricordo  intenso e  indelebile del viaggio!    

    Plus solidale

    Durante la settimana a Guadalupa, avremo modo di incontrare realtà impegnate in progetti sociali e ambientali; faremo inoltre un salto indietro nel tempo, per conoscere più da vicino una storia che ci appartiene. L’associazione La Frézias è impegnata nella preservazione dell’ecosistema della foresta pluviale, i ragazzi che ne fanno parte lavorano con progetti di forestazione e la messa a dimora di specie autoctone e protette.  Sensibilizzano i visitatori attraverso passeggiate nella foresta e laboratori di avvicinamento alle specie botaniche, per far meglio comprendere l’importanza di questo equilibrio fragile ma essenziale. A Saint Anne, a sud di Grand Terre,  conosceremo l’associazione Lakou Véranda che preserva e propone la musica gwoka, elemento culturale e di folklore molto caratterizzante dell’isola. E’ una musica di tamburi (gwoka significa appunto “grande tamburo”) che accompagnano con il loro suono canti e balli creoli, a ricordo dei viaggi di tratta che percorrevano gli schiavi. Infatti la tradizione è nata proprio durante quei viaggi dolorosi e terribili e ne ricorda la storia. L’associazione inoltre si impegna molto nel sociale, in particolare con progetti rivolti ai giovani. A Point-à-Pitre visiteremo il MémorialACTe, il primo museo al mondo sulla storia della schiavitù. E’ stato inaugurato nel 2015 in un affascinante complesso di architettura contemporanea che ha preso il posto di una vecchia fabbrica d lavorazione dello zucchero. La visita è un viaggio nella storia e nella memoria di un popolo: una storia ed una memoria che sono anche le nostre e che è bene ricordare. L’Association des Amis de Mémorial Acte che gestisce il museo, è impegnata in progetti di sensibilizzazione sui temi della libertà, e dell’uguaglianza cvontro ogni discriminazione. La quota solidale del viaggio verrà ripartita fra queste realtà.        

    TUTTE LE TAPPE

    • GIORNO 1: Italia - Point à Pitre

      Partenza dall’Italia, arrivo a Point-à-Pitre. Trasferimento in albergo e cena di benvenuto

    • GIORNO 2: Foresta Pluviale e laboratorio di cioccolato

      Visita alla Foresta Pluviale di Basse Terre, passeggiata con guida. Pranzo al sacco. Al pomeriggio, visita ad una piantagione di cacao, e laboratorio di fabbricazione del cioccolato

    • GIORNO 3: Distilleria del Rhum e foresta di mangrovie in barca

      Visita al nord di Basse Terre, visita ad una distilleria di Rhum. Al pomeriggio visita in barca alla foresta delle mangrovie nella zona di Sainte Rose. La sera possibilità di recarsi al borgo di Desahies per la cena libera

    • GIORNO 4: La Soufrière – Saint Claude

      Trekking sulla cima del vulcano La Soufrière, e bagno sulfureo a seguire. Dopo il pranzo al sacco, incontro con l’associazione La Frézias nel villaggio di Sanit Claude per conoscere da vicino un progetto di preservazione della biodiversità

    • GIORNO 5: Poin à Pitre

      Visita guidata nella capitale Point-à-Pitre. Pranzo libero e visita al Museo Memorial Act dedicato alla schiavitù. Per terminare la giornata, Spiaggia di Petit Havre a Grand Terre. Cena libera

    • GIORNO 6: Desahies

      Visita libera al piccolo ed incantevole borgo di Deshaies. Pranzo libero. Nel pomeriggio passeggiata guidata lungo la foresta secca che costeggia il mare fino alla spiaggia Grande Anse. Cena libera

    • GIORNO 7: Petit Canal e Anse Laborde

      Nord di Grand Terre: Petit Canale e Route des Esclaves. Nel pomeriggio dopo il pranzo libero incontro con un’associazione di gwoka, musica tradizionale dell’isol. Al termine della giornata relax sulla spiaggia dell’Anse Laborde. Cena libera

    • GIORNO 8: giornata libera

      giornata libera sulla spiaggia. Cena di arrivederci.

    • GIORNO 9: Ritorno in Italia

      Volo di ritorno in Italia

    I NOSTRI ACCOMPAGNATORI

    Paola

    Paola

    Mi sono laureata in Lingua e Letteratura giapponese e lavoro da tempo nel turismo sia come accompagnatrice che nello sviluppo di progetti per la valorizzazione del territorio. Ho vissuto in Giappone e in tanti altri paesi, costruendo relazioni e amicizie... Appena riesco esploro il mondo, ideando nuovi viaggi per voi!

      9771

      FOTO GALLERY

      VIAGGI SOLIDALI

      Società Cooperativa Sociale Onlus

      SEDE LEGALE
      c/o Avvocato Torino | Athena Società tra Avvocati S.r.l. S.t.a.

      Palazzo Galileo, Via S. Quintino, 28, 10121 Torino TO


      SEDE OPERATIVA
      c/o CASA CONTE ROSSO
      Piazza Conte Rosso 20
      10051 Avigliana – Torino


      Email: info@viaggisolidali.it
      P.IVA: 08998700010

      Silver medal, best Innovation by a Tour Operator


      DOCUMENTAZIONE

      Bilancio Sociale 2020
      Assicurazioni viaggiatore
      Contratto di viaggio
      Copyright

      Rea: TO - 1016818
      Albo delle Cooperative: A161747 del 05/01/2005
      Lic. Ag. Viaggi n. UL/2005/65/7 del 12/05/2005
      Assicurazione RCT/RCO: UNIPOL polizza 149563032
      Polizza insolvenza: TUA ASSICURAZIONE - polizza n 40321512001705

      Privacy Policy

      SIAMO SOCI DI



      ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER