TITLE

DESCRIPTION

La svolta storica di Cuba

L’AVANA – Nuova svolta a Cuba 1. Per la prima volta dopo oltre 50 anni saranno autorizzati i viaggi all’estero per turismo. Il governo sta valutando la possibilità di “permettere ai residenti cubani di lasciare il Paese e viaggiare come turisti”, si legge in una delle 313 riforme economiche proposte dal VI congresso del Partito
comunista di Cuba (Pcc) un mese fa, ad aprile. Il documento che dà conto di quelle proposte, pubblicato oggi, non fornisce dettagli sulle procedure di autorizzazione, ma ufficializza i primi cambiamenti già anticipati dal presidente 2 Raul Castro (video 3). Attualmente per uscire dal Paese i cubani devono presentare una richiesta a pagamento di 150 dollari, che può tuttavia essere respinta. I viaggi all’estero vengono limitati a 30 giorni e le spese per l’autorizzazione ammontano a circa 400 dollari. Una sintesi di 48 pagine del testo relativo alle “Linee sulla politica economica e sociale del Partito e la Rivoluzione” è in vendita da oggi nelle edicole dell’Avana e delle altre maggiori città.

Dal documento del congresso del Pcc emerge anche l’intenzione di favorire gli “investimenti esteri”, anche al fine

di aumentare l’occupazione. E’ necessario puntare “agli investimenti esteri al fine di assicurare una serie di obiettivi, quali l’accesso alle tecnologie di punta, la diversificazione e allargamento dei mercati di esportazione e la sostituzione delle importazioni”, sottolinea il punto 97. Tali investimenti, precisa il testo, devono inoltre assicurare lo sviluppo di “nuovi posti di lavoro”.

Il caso del dissidente Soto. La notizia arriva nel pieno della polemica sulla morte di un noto dissidente cubano, Juan Wilfredo Soto: secondo l’opposizione è deceduto sabato dopo essere stato picchiato due giorni prima dalla polizia durante la repressione di una manifestazione di protesta a Santa Clara. Soto, 46 anni, era stato ricoverato in ospedale ed è spirato per i danni subiti al pancreas, ha denunciato Guillermo Farinas, che ha chiesto una condanna internazionale per l’aggressione.

Soto era uno dei 134 sostenitori dello sciopero della fame di protesta portato avanti da Farinas l’anno scorso. Le autorità cubane non hanno commentato né gli incidenti a Santa Clara né la morte di Soto. Elizardo Sanchez, coordinatore della Commissione cubana per i diritti umani e la riconciliazione nazionale, ha confermato il pestaggio da parte della polizia. “Non riteniamo che avessero l’intenzione politica di ucciderlo, ma l’hanno massacrato di botte mentre gridava slogan contro il governo, e i danni subiti possono averlo portato alla morte”, ha dichiarato Sanchez, che ha denunciato intimidazioni e aggressioni crescenti ai dissidenti nelle ultime settimane.

Per il medico che lo aveva in cura Soto è però deceduto a causa di una pancreatite e di un’insufficienza renale, e non a seguito del pestaggio della polizia, come riferito dagli oppositori. Secondo il dottor Ruben Aneiro Medicna, il dissidente soffriva anche di “diabete, ipertensione e di una miocardiopatia dilatata”. A dirlo è il sito (Yohamdry.com) che riporta anche una fotografia del medico, in servizio presso l’ospedale Arnaldo Milian di Santa Clara, dove viveva ed è morto Soto.

Per i diritti degli omosessuali. A detta di Mariela Castro, figlia di Raul, Cuba sta “cambiando”, si sta aprendo. E in questo quadro è da auspicare che nell’ambito delle riforme decise nel recente VI Congresso del partito trovino spazio anche il sì ai matrimoni tra coppie omosessuali e la fine delle discriminazioni nei loro confronti. “C’è spazio in tal senso e abbiamo già presentato delle richieste scritte in merito”, ha precisato Mariela Castro, 49 anni, direttrice del Centro nazionale di educazione sessuale (Cenesex).

 

FOTO Iniziativa contro l’omofobia all’Avana 4

Mariela Castro ha anche detto che, in Parlamento, è fermo da almeno tre anni un progetto di riforma del Codice di famiglia, che comprende anche il matrimonio tra coppie di omosessuali. “E’ sempre lì lì per essere approvato, ma non è ancora stato fatto e potrebbe esserlo già quest’anno o nel 2012”, ha sottolineato la sessuologa, augurandosi che “non venga ancora posticipata la decisione in tal senso”, anche perché, nell’isola, “pur se non sembra, le cose stanno cambiando”. Da rilevare che, già a suo tempo, lo stesso Fidel Castro aveva ammesso gli “errori” commessi dalla Rivoluzione nei confronti degli omosessuali e che, proprio per l’intervento del Cenesex, a partire dal 2008, nell’isola sono stati autorizzati 28 interventi chirurgici per cambiamento di sesso.

fonte: repubblica.it

3 Commenti

  • wayne paulato scrive:

    E’ incredibile come si possano dare informazioni senza verificarle, i cubani hanno sempre potuto viaggiare i costi per il passaporto (55 cuc) e della cosiddetta carta blanca ( il nullaosta di Cuba , che dal prossimo settembre non costera’ piu’ niente ) attualmente costa 150 cuc quindi per un totale di 205 cuc e non di 400 e non puo’ essere dato solo in 3 casi : che il soggetto stia scontando una pena, che sia in attesa di giudizio o che sia sotto leva o servizio civile, punto!!!!!!!!!
    I visti di turismo sono fino a 90 gg e non 30 ma il problema e’ dove andare visto che i paesi che dovrebbero riceverli ( questo vale per un qualsiasi cittadino extracomunitario) non danno i visti o per darli chiedono cose impossibili e sempre con riserva di accettarli dopo una intervista con il personale dell’ambasciata che puo’ rifiutarlo, anche se i documanti sono in regola , senza giustificazione.
    Attualmente la percentuale delle domande accettate e’ del 3 %.
    pubblichero’ i documenti necessari per chiedere il visto nel nostro paese ed altre cose che possono essere interessanti.
    Premetto che la violenza da parte degli organi dello stato verso cittadini o carcerati e’ assolutamente abolita a Cuba , tranne nella base di Guantanamo , vergogna del mondo civile e di cui nessuno parla perche’ gestita dai padroni del mondo e portatori sani della democrazia , peccato che lo fanno con le bombe.
    Mandero’ anche un articolo sul ” dissidente ” morto dalle “botte ” ricevute per vs conoscenza, potete sempre andare a vedere sul sito di Amnesty International qual’e’ la situazione a Cuba sui diritti umani , pero’ vi consiglio di dare un’occhiata anche a quella dell’Italia e perche no? anche a quella dei signori della guerra , gli Stati Uniti
    Su gli omosessuali non entro nel merito perche’ qualsiasi persona sia stata a Cuba , con me o senza di me , si e’ resa conto di quale sia la situazione.
    Sempre a disposizione per ulteriori informazioni , possibilmente su argomenti veri e non inventati .
    Antonio Paulato …ma tutti lo chiamano Wayne, mediatore culturale di VS a Cuba, residente dal 2000 in questo paese , laureato in storia con tesi sulla rivoluzione Cubana al secondo anno (fuori corso)
    di sociologia, scusate se per la prima volta mi elogio e’ che si tende a dare piu’ credito a chi lo fa’, anche se so’ che dovrei mandarvi anche l’estratto conto perche’ e’ sicuramente piu’ importante quanto hai che chi sei.
    Comunque continuiamo a lavorare perche’ un mondo migliore sia possibile in nome dei 36.000 africani che muoiono tutti i giorni perche’ qualcuno possa avere 3 auto, dvd , buttare il cibo e l’acqua ecc…ecc..
    e grazie al cielo qui abbiamo la possibilita’ di farlo uniti ormai ad altri 8 paesi dell’America Latina .
    e’ un lavoro duro perche’ dobbiamo affrontare tutti i media che sono sempre piu’ in mano a governi e persone ( vedi Berlusca) che non hanno interesse che gli si tolga l’osso dalla bocca, ma siamo riusciti ad espandere queste idee ( non bombe) attraverso canali a cui accedono persone di buona volonta’ e che sono, fortnatamente , molto di piu’ di quanto si pensi
    Un abbraccio a tutti i cittadini del mondo che provano un po’ di vergogna

  • wayne paulato scrive:

    Documenti richiesti per TURISMO
    1. formulario per la domanda del visto d’ingresso (cliccare qui)
    2. fotografia recente in formato tessera
    3. documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto
    4. prenotazione di andata e ritorno o biglietto o dimostrazione della disponibilità di mezzi di trasporto personali
    5. dimostrazione della disponibilità in Italia di un alloggio: vouchers turistici, prenotazione alberghiera, dichiarazione di ospitalità (cliccare qui)
    6. dimostrazione del possesso di mezzi economici di sostentamento, nella misura prevista dalla Direttiva del Ministero dell’Interno 1.3.2000 (cliccare qui)
    7. documentazione giustificativa della propria condizione socio-professionale
    8. assicurazione sanitaria avente una copertura minima di €30.000 per le spese per il ricovero ospedaliero d’urgenza e le spese di rimpatrio

    Da 1 a 5 giorni:
    quota fissa complessiva
    • Un partecipante – € 269,60
    • Due o più partecipanti – € 212,81
    Da 6 a 10 giorni:
    quota a persona giornaliera
    • Un partecipante – € 44,93
    • Due o più partecipanti – € 26,33
    Da 11 a 20 giorni:
    quota fissa
    • Un partecipante – € 51,64
    • Due o più partecipanti – € 25,82
    quota a persona giornaliera
    • Un partecipante – € 36,67
    • Due o più partecipanti – € 22,21
    Oltre i 20 giorni:
    quota fissa
    • Un partecipante – € 206,58
    • Due o più partecipanti – € 118,79
    quota a persona giornaliera
    • Un partecipante – € 27,89
    • Due o più partecipanti – € 17,04
    Esempi per la determinazione dei mezzi di sussistenza richiesti per l’ingresso in Italia
    Famiglia composta da 4 persone che intendono soggiornare per 15 giorni
    Quota Fissa – Euro 25,82 x 4 persone
    103,28 Euro
    Quota giornaliera a Persona – Euro 22,21 x 4 x 15 giorni
    1332,60 Euro
    TOTALE
    1435, 88 Euro
    Un singolo turista che intende soggiornare per 90 giorni
    Quota Fissa
    206,58 Euro
    Quota giornaliera – Euro 27,89 x 90 giorni
    2510,10 Euro
    TOTALE
    2716,68 Euro

  • wayne paulato scrive:

    La Habana, Cuba. – En las últimas horas, una nueva campaña difamatoria se orquesta contra la Revolución. En esta ocasión, ante la muerte del ciudadano cubano Juan Wilfredo Soto García, ocurrida el pasado 8 de mayo, por una pancreatitis aguda, en el hospital Provincial Arnaldo Milián Castro, en Santa Clara.
    Elementos contrarrevolucionarios, de manera inescrupulosa, fabricaron la mentira de que este deceso fue consecuencia de una supuesta golpiza que le habían propinado agentes del orden interior, lo cual fue rápidamente amplificado por los medios de la desinformación imperial, fundamentalmente de Europa y Estados Unidos, donde –incluso- algunos voceros gubernamentales han expresado presuntas preocupaciones por el hecho.
    El 6 de mayo, dicho ciudadano ingresó en el citado hospital al presentar dolor abdominal intenso, provocado por una pancreatitis aguda. Posteriormente se diagnostica, además, una descompensación de otras enfermedades de base como la miocardiopatía dilatada, una hiperlipidemia (exceso de grasa en sangre), una diabetes y hepatitis crónica producto de hígado graso.
    Las pruebas patológicas practicadas al occiso, arrojaron una muerte de tipo natural, estableciéndose como causa preliminar: “shock multifactorial por fallo multiorgánico, debido a una pancreatitis”. No se observaron signos de violencia internos o externos.
    Al ciudadano Juan Wilfredo Soto García, de 46 años, le constan varios antecedentes delictivos, como alteración del orden, hurtos y lesiones graves, por lo que cumplió sanción de privación de libertad durante dos años.
    En los últimos tiempos se vinculó a elementos contrarrevolucionarios, que lo usaron para sus actividades provocadoras. La última de ellas tuvo lugar el 5 de mayo en un parque de Santa Clara, por alteración del orden, ocasión en que fue conducido a una unidad policial y liberado tres horas después sin incidencia alguna.
    Cuando se ratifica el amplio apoyo popular a los resultados del VI Congreso del PCC y el pueblo se empeña en la implementación de los Lineamientos aprobados, los enemigos externos e internos intentan desvirtuar la realidad cubana y socavar el prestigio internacional de la Revolución y su fortaleza moral.
    Como expresara el Presidente de los Consejos de Estado y de Ministros, General de Ejército Raúl Castro Ruz, en el Informe Central al VI Congreso del PCC: “Hemos soportado pacientemente las implacables campañas de desprestigio en materia de derechos humanos, concertadas desde Estados Unidos, y varios países de la Unión Europea, que nos exigen nada menos que la rendición incondicional y el desmontaje inmediato de nuestro régimen socialista y alientan, orientan y ayudan a los mercenarios internos a desacatar la ley”.
    La Revolución siempre se ha defendido con la verdad y la fuerza invencible del pueblo, que confía en la fortaleza de las ideas de justicia que la hicieron posible.

Lascia un commento

VIAGGI SOLIDALI

Società Cooperativa Sociale Onlus
P.zza della Repubblica, 14
10152 TORINO
Tel: 011-4379468
Email: info@viaggisolidali.it
P.IVA: 08998700010

Silver medal, best Innovation
by a Tour Operator


DOCUMENTAZIONE

Assicurazioni viaggiatore
Contratto di viaggio
Copyright

Rea: TO - 1016818
Albo delle Cooperative: A161747 del 05/01/2005
Lic. Ag. Viaggi n. UL/2005/65/7 del 12/05/2005
Assicurazione RCT/RCO: UNIPOL polizza 149563032
Polizza insolvenza: Nobis / Polizza n. 6006002119/N

Privacy Policy

SIAMO SOCI DI



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Registrandoti alla Newsletter acconsenti alla nostra Privacy Policy