top of page

Viaggio di GRUPPO

GIAPPONE

Osaka, Kyoto, Hiroshima, Nara e Tokyo

Disponibile

Quasi Pieno

Sold Out

SCEGLI LE DATE DEL VIAGGIO

-

-

-

NESSSUNA DATA IN PROGRAMMA

Il Giappone è l’altrove per antonomasia

19 GG | 18 NN

Mappa illustrata

Quota Volo

da 1160€

Supp. Small  Group

in definizione

Supp. Singola

in definizione

Quota Viaggio

da 3150€

Supp. Small  Group

in definizione

Sol Levante tra passato e presente

949_23

Il Giappone è l’altrove per antonomasia: è un paese di tali diversità e di così tante sfaccettature, che visitandolo e cercando di conoscerlo almeno in parte, vivrete l’essenza del viaggio, il valore delle differenze, la bellezza dell’armonia e della nostalgia, che anche nella modernità più frenetica permeano ogni cosa. Abbiamo scelto il Giappone tradizionale, pur non rinunciando ad esplorare le grandi città: da Osaka ad Hiroshima, dalla metropoli moderna alla ricostruzione eroica e coraggiosa di un’intera città, simbolo degli orrori della guerra, passando per Kyoto dai mille templi e dalla secolare cultura; Kobe, città portuale di grande importanza, avamposto dei rapporti con l’Occidente in un periodo di chiusura con il mondo esterno; Himeji ed uno dei castelli feudali meglio conservati del paese. E poi Naoshima, un tuffo nell’arte contemporanea in un contesto naturalistico meraviglioso; Miyajima per poter godere delle bellezze di questa piccola isola con il suo torii in mezzo al mare; Nara, prima capitale del Giappone con il Todaiji, la costruzione di legno più grande al mondo con il Grande Buddha alto 14 metri. La storia ed il viaggio proseguono a Tokyo, capitale del Giappone moderna e sorprendente per la sua efficienza. Modernissima, eppure molto tradizionale e profondamente spirituale: un mix tipico giapponese!

Mappa illustrata

Plus Solidale

In un'epoca segnata da una nuova escalation del pericolo di un conflitto nucleare, risulta ancor più significativo visitare il Paese che per primo già settant'anni fa dovette confrontarsi con l'orrore della bomba atomica: a Hiroshima presteremo dunque grande attenzione alla tragedia della città colpita il 6 agosto 1945 e rifletteremo sull'oggi attraverso le testimonianze e le memorie dei sopravvissuti. In particolare visiteremo il Peace Memorial Museum dove incontreremo i volontari dell'Hiroshima Peace Culture Foundation, organizzazione locale che anche attraverso la collaborazione con altre istituzioni internazionali promuove la pace, la cooperazione e il disarmo nucleare. Inoltre a Nara visiteremo il Todaiji Ryoiku Byoin, un ospedale per bambini e adolescenti con gravi handicap che qui trovano assistenza e cura secondo la filosofia buddhista dell’accettazione. La struttura, si avvale solo in parte di finanziamenti statali. Le quote di solidarietà del viaggio vanno a sostenere questa realtà!

Highlights & Gallery del viaggio

Itinerario |

Osaka, Kyoto, Hiroshima, Nara e Tokyo

Comprende/Non Comprende

1° Giorno, 17 maggio, venerdì – Partenza dall’Italia

Partenza dall’Italia, notte in volo.


2° Giorno, 18 maggio, sabato –Arrivo a Osaka

Arrivo al Kansai International Airport situato su un’isola artificiale a 50 km a sud della città di Osaka. L’aeroporto, progettato da Renzo Piano ed inaugurato nel 1994, è il primo approccio con la modernità del Giappone.

Dopo le modalità disbarco e ingresso in Giappone, ci recheremo in albergo con un transfer privato. La sera sarà dedicata al riposo.


3° Giorno, 19 maggio, domenica – Osaka

Città principale della regione del Kansai, è nucleo del distretto metropolitano detto Keihanshin che comprende anche Kyoto e Kobe, secondo solo a Tokyo per numero di abitanti, Osaka è famosa per la pullulante vita notturna e per le prelibatezze della sua cucina.

Dopo aver ritirato alla stazione centrale il Japan Rail Pass e acquistato l’abbonamento ICOCA (a carico di ognuno; costo per una prima ricarica 5.000Yen), visiteremo il castello di Osaka che ha origine nel XVI secolo e che fu distrutto e ricostruito più volte, l’ultima nel secondo dopoguerra. Osaka-jo, così il suo nome in giapponese, è uno dei simboli più conosciuti della città: salendo fino all’ultimo piano panoramico, le sale museali offrono un interessante spaccato della vita del periodo Edo e del daimyo (signore feudale) Toyotomi Hideyoshi, che volle eleggere qui la sua residenza dopo avere contribuito alla riunificazione del paese.

Dopo una passeggiata nel parco del castello, e il pranzo libero, ci sposteremo su un piccolo tram verso il sud della città raggiungendo il santuario shintoista Sumiyoshi Taisha, che visiteremo. Con la sua architettura chiamata “Sumiyoshi zukuri”, sede delle divinità protettrici della navigazione, delle arti marziali e della poesia tradizionale giapponese detta waka, sarà un primo approccio alla religione autoctona del Giappone, che convive senza confliggere con il buddhismo e le sue innumerevoli scuole.

Rientro in albergo per ritirare i bagagli e trasferimento a Kyoto in treno. Check-in e sera libera.


4° Giorno, 20 maggio, lunedì –Kyoto

Kyoto è una meta imperdibile per chi visita il Giappone. Capitale nel periodo storico detto Heian (dal nome antico della città, 794-1185 d.C.), culla del fermento culturale del paese, che resterà tale anche dopo lo spostamento della capitale a Kamakura, sede spirituale dove le scuole buddhiste provenienti dalla Cina si fondono con la spiritualità autoctona, dando origine ad una religiosità unica ed originale, che ancora oggi caratterizza il paese. Visiteremo il santuario shintoista Fushimi Inari Taisha salendo sulla collina omonima (che i giapponesi chiamano montagna) con 1 ora e mezza di facile cammino attraverso i torii  rossi che seguono tutto il percorso; nel primo pomeriggio, dopo il pranzo libero, visiteremo il tempio zen Tofuku ji, con i suoi meravigliosi giardini e la San mon, la più antica porta di accesso ad un tempio zen del Giappone.

In seguito ci trasferiremo con i mezzi nella zona centrale della città tra Sanjodori e Shijodori e raggiungeremo il mercato alimentare Nishiki: da qui il resto della giornata sarà libero.


5° Giorno 21 maggio, martedì –Kyoto

Di mattina presto per evitare l’affollamento costante, visiteremo il Kinkaku Ji, famosissimo Padiglione d’Oro, uno dei simboli più conosciuti e fotografati della città. Costruito nel 1397 per essere la residenza dello shogun Ashikaga Yoshi, divenne in seguito tempio buddhista per opera del figlio. Il Padiglione che si specchia nel lago, una passeggiata nei giardini zen sono un’imperdibile tappa per chi visita Kyoto per la prima volta.

Ci sposteremo poi con l’autobus verso il complesso di templi buddhisti detto Daitoku Ji, una “città di templi nella città”: Intorno al principale Daitoku ji, infatti, si trovanno 22 templi secondari, alcuni dei quali aperti al pubblico occasionalmente. Visiteremo 2 sotto templi aperti al pubblico eccezionalmente concedendoci il tempo per ammirarne le bellezze uniche.

Dopo il pranzo, torneremo nella zona centrale di Gion, il quartiere noto per le sue machiya,le case tradizionali giapponesi, e per i suoi locali frequentati dalle geishe.


6° Giorno – 22 maggio, mercoledì: Kyoto – Kobe – Kyoto

Trasferimento in treno nella città di Kobe. Colpita dal Grande terremoto del 1995 che causò circa 6000 vittime e che motivò la ricostruzione del porto, storicamente uno dei principali porti del paese, avamposto dell’apertura all’Occidente nel 1868, ne conserva le testimonianze nel quartiere Kitano, che visiteremo liberamente passeggiando per le vie. Ognuno potrà scegliere se e quali case visitare: sarà un’esperienza bizzarra e unica vedere un pezzo di Europa in un mondo così lontano. Visiteremo poi il santuario shintoista Tenman.

Successivamente saliremo con la funicolare per godere della visita della città e visitare il giardino Nunobiki Habu Koen, con le sue meravigliose serre a giardini all’aperto.

Dopo il pranzo ci trasferiremo nel quartiere dei produttori di sake, dove avremo modo di vistare uno stabilimento per capire i processi di lavorazione di questa bevanda poco conosciuta, e godere di una piccola degustazione.

Concluderemo con una passeggiata nella vivace zona portuale e rientreremo a Kyoto in prima serata.


7° Giorno – 23 maggio, giovedì: Kyoto – Himeji – Kyoto

Di prima mattina si prenderà lo shinkansen (treno super veloce) dalla stazione di Shin Osaka per Himeji, una piccola e deliziosa città nota per l’omonimo castello, uno dei più antichi e meglio conservati in Giappone (World Heritage Unesco). Qui, a differenza del castello di Osaka, sarà la parte strutturale e non quella museale ad avere il maggior rilievo. Accompagnati da guide volontarie impegnate nella tutela e nella salvaguardia del monumento ci si immergerà nella storia del luogo ascoltando i loro racconti.

Dopo la visita al castello, visita al Koko enper ammirare le ricostruzioni di 9 diversi giardini ispirati al periodo Edo (1603-1868).  Il pranzo ed il pomeriggio sono liberi, il rientro a Kyoto è previsto per la seconda metà del pomeriggio.


8° Giorno – 24 maggio, venerdì: Kyoto – Hiroshima

Di prima mattina raggiungeremo l’imperdibile tempio buddhista Kyomizudera, World Heritage Unesco, uno dei più rinomati simboli della città. Lo visiteremo incuranti della folla che lo anima costantemente, ammirandone le bellezze architettoniche, la vista sulla città, la natura che lo circonda.

Dopo la visita passeggeremo nelle stradineSannenzaka e Ninenzaka affollate di negozi tipici che offrono prelibatezze locali e degustazioni.

Nel pomeriggio dopo il pranzo libero ci trasferiremo ad Hiroshima con lo shinkansen, treno giapponese ad alta velocità, esempio di eccellenza tecnologica, famoso in tutto il mondo. La città è, insieme a Nagasaki la città simbolo degli orrori della guerra e del pericolo atomico. Ma Hiroshima non è solo questo: è una piacevole città moderna di 1 milione di abitanti, con ampi viali, estesi parchi ed un castello. Check-in e sera libera.


9° Giorno- 25 maggio, sabato: Hiroshima-Miyajima

Dopo la prima colazione ci recheremo dopo il check out e lasciati i bagagli in albergo, incontreremo una guida turistica locale parlante italiano che ci porterà a visitare la città: ci parlerà della sua storia e della rinascita. Visiteremo il Peace Memorial Park entrando nel vivo della tragedia che ha colpito Hiroshima. Ascolteremo il racconto della guida, così attuale in un periodo come questo, di minaccia e recrudescenza del pericolo atomico.

Visiteremo il Peace Memorial Museum: un luogo solitamente affollatissimo, e che ognuno potrà percorrere con i propri tempi. Dopo il pranzo libero, passeggiata guidata in città.

Nelò pomeriggio, dopo avere recuperatyo i babagli ci rechiamo nell’incantevole isola di Miyajima dove è previsto il pernottamento in un ryokan tradizionale, con cena in stile kaiseki.


10° Giorno -26 maggio, domenica: Miyajima-Okayama

Ci sveglieremo presto e prima di colazione visiteremo il santuario shintoista Itsukushima Jinja prima che venga preso di assalto dai visitatori provenienti da Hiroshima. Il santuario ha origine intorno al 590 d.C. e fu ripreso ed ampliato più volte, fino al suo danneggiamento a causa del tifone nel 1325, che ne motivò la ristrutturazione in una pianta architettonica che resta ancora quella attuale. Composto di 37 ambienti nella parte interna e 19 nella parte esterna, che si affaccia sulla baia. Il santuario è stato visitato e venerato sin dai tempi più antichi, e resta un’icona del Giappone contemporaneo, uno dei luoghi più visitati. La zona intorno circostante è popolata di daini, che si avvicinano senza alcun timore. Consigliamo di ammirarli a distanza e di non dar da loro mangiare loro per non renderli insistenti ed aggressivi.

Dopo la colazione e lasciando i bagagli nel ryokan, ci si potrà dedicare ancora alla visita dell’isola; dopo avere visitato insieme tempio Daisho in, della scuola buddhista shingon la mattina e d il pranzo sono liberi.

Nel pomeriggio si lascia Miyajima per recarsi ad Okayama, dove è previsto il pernottamento.


11° Giorno -27 maggio, lunedì: Okayama-Kurashiki-Okayama

Dopo la prima colazione ci recheremo in treno nella città di Kurashiki, dove incontreremo una guida volontaria dell’associazione cittadina che tutela il patrimonio storico e culturale della città: ci accompagnerà alla scoperta del suo prezioso centro storico. Un tempo Kurashiki era crocevia strategico del commercio del riso, che veniva conservato nei suoi innumerevoli magazzini (kura, da qui il nome della città) e trasportato lungo i suoi canali. Attraverso i racconti della guida volontaria, potremo vivere il fascino del periodo Edo (1603-1868): immaginare la vita negli anni in cui Tokyo era capitale, il potere effettivo detenuto dalla famiglia militare dei Tokugawa, mentre l’imperatore restava a Kyoto, ed il paese chiuso nell’isolamento pressoché totale dal mondo esterno per volere degli shogun.

Il pomeriggio, dopo il pranzo libero entreremo in una antica casa di una famiglia di mercanti, gli Ohashi, un tempo samurai, decaduti con la vittoria dei Tokugawa.

Rientreremo ad Okayama per il resto del pomeriggio e la sera libera.


12° Giorno – 28 maggio, martedì: Okayama – Nara

Dopo la prima colazione, trasferimento a Nara, dopo in shinkansen e treno locale di circa 2 ore e mezza.

Giunti in albergo, dopo il pranzo libero, ci si recherà in taxi (costo a carico di ognuno) nel Centro Medico Todaiji Ryoiku Byoin per bambini con gravi disabilità che sosteniamo con la nostra donazione (appuntamento da confermare in base alla disponibilità del personale ospedaliero). Questo luogo, nato secondo la filosofia buddhista dell’accettazione, cura ed offre attività ludiche, educative ed assistenza medica a bambini e ragazzi che soffrono gravi forme di disabilità o sono oggetto di violenze familiari. Incontro con il personale medico ed i responsabili del centro per conoscere a fondo le varie attività.

Nel pomeriggio, dopo la visita, consigliamo nel tempo libero una passeggiata a Naramachi, centro storico della città. Un affascinante tuffo nel passato.


13° Giorno – 29 maggio, mercoledì: Nara

Incontro con una guida volontaria locale, membro di una associazione che tutela e promuove i beni culturali di Nara, prima capitale permanente del Giappone (710-785 D.C.). Insieme si visiteranno il parco di Nara, il tempio Todaiji la più grande costruzione in legno al mondo, entrando dalla porta Nandai mon protetta dai suoi possenti guardiani Nioi; e ancora, sempre nel perimetro del parco il tempio Nigatsu do e lo shintoista Kasuga Taisha.

Anche qui avremo la possibilità di incontrare i numerosissimi daini che girano liberamente nel parco: attenzione, sono un po’ aggressivi, abituati come sono a mangiare dalle mani dell’uomo i biscotti di riso venduti dagli ambulanti. Consigliamo di astenervi per non eccitare l’aggressività di questi animali

Dopo il pranzo assisteremo alla cerimonia tradizionale del tè proposta dal centro visite di Nara, permettendoci anche di gustare questa prelibatezza. Ritorno in hotel e sera libera.


14° Giorno – 30 maggio, giovedì: Nara - Tokyo

Alla mattina sveglia, colazione e partenza per Tokyo, con treno locale e poi lo shinkansen. Il viaggio durerà circa 4 ore.

Una volta arrivati a Tokyo, check in e visita pomeridiana del quartiere di Asakusa con il più antico tempio buddhista della città, il Senso ji (VII secolo), costruito per custodire una statua del buddha Kannon, trovata da due pescatori nel fiume Sumida. Per quanto i due cercassero di restituire la statua al fiume, questa tornava a loro: e così si decise di custodirla in un tempio in suo onore.

Attraverso l’imponente porta Kaminari mon, e la strada fiancheggiata da botteghe chiamata Namkamise dori, si raggiunge il tempio. A pochi minuti si trova un piccolo santuario shintoista, a sottolineare la coesistenza delle due religioni.


15° giorno – 31 maggio, venerdì: Tokyo

Oggi dopo la prima colazione, visiteremo il principale santuario Shintoista della città, Meiji Jingu, nel quartiere di Harajuku. Costruito in origine nel 1915 in onore all’imperatore Meiji, si trova dentro un’oasi verde nel cuore della città; visiteremo i giardini interni voluti in onore della moglie dell’imperatore, ed il santuario con i suoi imponenti torii in legno di cipresso taiwanese.

Ci spostiamo poi a visitare lo Yoyohi National Stadium: costruzioni ancora oggi moderne ma che risalgono alle Olimpiadi di Tokyo del 1964, con la firma di Kenzo Tange. A Dopo pranzo ci spostiamo verso Takeshi Street e poi attraverso Omotesando, raggiungiamo Shibuya, dove vedremo l’incrocio più attraversato del mondo; da lì potremmo passeggiare in Center Gai, meta di migliaia di giovani giapponesi (e di turisti!) in cerca di un negozio tipico o di un caffè.


16° Giorno, 1 giugno, sabato: Tokyo
Dopo la prima colazione, ci recheremo a visitare la zona di Ueno accompagnati da una guida turistica parlante italiano.Visiteremo il padiglione principale del Tokyo National Museum, che vanta la più importante collezione d’arte giapponese al mondo.

Dopo il pranzo libero passeggeremo nel parco ed andremo a visitare la zona di Yanaka, fatta di case tradizionali che danno l’idea di quella che era la vita nella Shitamachi (città bassa, la più popolare) del periodo Edo. Torneremo nel parco passando dal Toshogu, il tempio eretto in onore di Tokugawa Yeyasu (sepolto a Nikko) e rimasto intatto nonostante le ripetute distruzioni; passando per il laghetto Shinobazu termineremo la visita a Tokyo attraversando il coloratissimo mercato multietnico Ameyoko.


17° Giorno, 2 giugno, domenica: Tokyo – Kamakura-Tokyo

Dopo la prima colazione trasferimento in treno nella città di Kamakura (1h30 di treno). Giornata dedicata alla vista della città, ed ai suoi meravigliosi templi (itinerario in via di definizione).

Visiteremo il santuario shintoista Tsurugaoka Hachimangu, consacrato al dio della guerra, Hachiman, a sottolineare il passaggio storico verso un feudalesimo militare e di rivalità tra i clan (in questo caso, i Taira e i Minamoto).

Ad una breve distanza, raggiungiamo un tempio buddhista zen fra i più antichi del Giappone: il Kencho-ji (1253 d.C.). Con la sua splendida architettura di stile cinese, i giardini circostanti, i padiglioni antichi in sequenza, ed infine il giardino zen della sala di meditazione, questo luogo trasmette un senso di pace dello spirito che ci fa capire senza parole ed al riparo dalla logica, l’essenza della meditazione.

Dopo il pranzo libero visiteremo il Kotoku in e il Grande Buddha, simbolo della città.

Rientro a Tokyo in serata, cena di arriovederci e pernottamento


18° Giorno 3 giugno: partenza per l’Italia ed arrivo in Italia il mattino successivo

Cosa comprende questo tour

Mappa illustrata
La quota comprende

> Quota di iscrizione - Comprendente assicurazioni “Assistenza alla persona”, “Spese mediche”, “Bagaglio” e “Annullamento”;
> Accompagnatore/mediatore culturale italiano presente per tutto il viaggio;
> Pernottamenti in camera doppia (letti separati) in hotel e ryokan (strutture tradizionali) con prima colazione (no a KYOTO). La singola NON è possibile durante le notti nei Ryokan;
> 2 cene in ristoranti tradizionali;
> Trasferimento privato in bus da e per l’aeroporto di Osaka;
> Abbonamento del treno Japan Rail Pass di 7 giorni;
> Tutte le visite segnalate in programma e due visite guidate con guide turistiche locali;
> Quota di solidarietà per lo sviluppo di progetti locali (70 euro);

Mappa illustrata
La quota non comprende

> piccoli spostamenti terrestri,;
> pasti non inclusi;
> spese personali.

Scheda tecnica del tour

Pernottamento e Pasti

I pernottamenti sono previsti in alberghi con camere in stile occidentale e in strutture di tipo tradizionale (Ryokan) con camere alla giapponese (tatami) e bagno condiviso tra più camere. I pasti sono tutti liberi ad eccezioni di 2 cene, organizzate in ristorante con menù tradizionale.

Trasporti:

Gli spostamenti avverranno tutti con mezzi pubblici locali e treni. Per 7 giorni i turisti avranno a disposizione il Japan Rail Pass, un documento che permette di salire su tutti i treni con una modalità molto semplice e senza acquistare i singoli biglietti. Nelle altre giornate si dovranno invece acquistare i biglietti per i singoli spostamenti. Previste brevi tratte in battello per raggiungere le isole la cui visita è prevista in programma.

Documenti e Salute

Il passaporto deve essere in corso di validità (almeno per i 6 mesi successivi al giorno della partenza).
Non ci sono vaccinazioni obbligatorie. Verificare aggiornamenti governativi.

Assicurazione

Assistenza alla Persona, Spese Mediche, Bagaglio ed Annullamento.
I nostri viaggi sono coperti da polizza ERGO (Polizza n. 69180175-PV19), compagnia specializzata nelle coperture assicurative del
turismo.
Per maggiori informazioni clicca qui

Clima per questo viaggio

Il clima del Giappone è influenzato dai monsoni: in inverno prevalgono le correnti fredde da nord-ovest, mentre in estate prevalgono le correnti calde e umide di origine tropicale.

Folla con maschere

RACCOMANDAZIONI COVID - 19

Raccomandiamo ai partecipanti di verificare prima della partenza l’eventuale documentazione necessaria secondo le normative nazionali e regionali vigenti al momento dell’effettuazione del viaggio.

Note Importanti

Le informazioni suindicate riportate potrebbero subire, prima della partenza, variazioni in base all’operativo dei voli e alle diverse stagioni delle partenze.

Eventuali modifiche e/o aggiornamenti rilevanti saranno comunque forniti in fase di conferma del viaggio.

Ove previsto, il supplemento per “piccolo gruppo” verrà rimborsato o scalato dal saldo al raggiungimento del minimo di partecipanti.

sfondo_edited.png

PREISCRIVITI A QUESTO GRUPPO

Come ci hai conosciuto?
Form Prenotazione Gruppi
bottom of page