UZBEKISTAN: la Via della Seta

Culture, minoranze e storia tra Samarcanda, Bukhara e Khiva

€ 1.460 + volo


15 giorni e 14 notti

INFORMAZIONI UTILI

  • VITTO E ALLOGGIO

    I pernottamenti di questo viaggio sono effettuati per lo più in strutture ricavate in case tradizionali, con arredi originali, dove il soggiorno è particolarmente piacevole e caratteristico. Camere doppie con bagno in camera. Prevista una notte in yurta, grande tenda con bagni in comune. La cucina è ottima, saporita e speziata. Piatto tradizionale è il plov, riso con carne bollita, cipolle, carote, usa passa e ceci. Molto abbondante la carne, in particolare spiedini di pecora e montone. Ricchissima è la varietà di frutta, dal melone all'uva, passando per datteri, melograni e fichi.

  • TRASPORTI

    Pulmino con autista per l'intero viaggio. Un'unica giornata di trasferimento faticoso per il viaggio tra Bukhara e Khiva, per il resto tratte brevi. Nelle città ci si muove preferibilmente a piedi e con mezzi pubblici locali.

  • CLIMA

    Il clima è continentale secco, con temperature rigide in gennaio e superiori ai 40 gradi nei mesi estivi. Per questa ragione i nostri viaggi vengono proposti soprattutto in primavera e autunno, quando il clima è più mite e piacevole.

  • DOCUMENTI E SALUTE

    Per l'ingresso nel pese è necessario il passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi. Occorre inoltre ottenere un visto turistico d'ingresso, della cui pratica si occupa Viaggi Solidali. Nessuna vaccinazione è richiesta.

PRENOTA SENZA IMPEGNI

    Da sempre sogni di fare un viaggio in Oriente? Scegli l'Uzbekistan come tua prossima meta!

    FRANCESCO

    Responsabile viaggio

    1. Loading ...

    Il fascino del viaggio

    Un itinerario che va oltre la tradizionale Via della Seta, proponendo i più importanti siti archeologici e monumentali del paese, ma anche giornate nei villaggi rurali e una notte in yurta, la tenda dei pastori nomadi. Si parte da Tashkent, capitale del paese e più grande città dell'Asia Centrale, per poi spostarci nella mitica Samarcanda, la città raccontata nei diari di viaggio di generazioni di esploratori e viaggiatori. Qui si visita il Registan, il bazar e il mausoleo di Tamerlano, ma si entra anche in contatto con le minoranze che abitano la città. Si fa poi tappa a Bukhara, il cui centro storico è ricchissimo di minareti, madrasse e moschee. Si attraversa quindi il bollente deserto del Kyzylkum per raggiungere Khiva, antica città carovaniera ancor oggi splendidamente conservata. Infine la sperduta regione del Lago di Aral, con le fortezze del Karakalpakstan, il Museo Savitsky di Nukus e i suoi paesaggi lunari…

    Plus solidale

    Il viaggio è accompagnato da Massimo Toscani e Piera Viale, accompagnatori d'eccezione, che hanno vissuto molti anni nel Paese insegnando lingua e letteratura italiana presso il Dipartimento di Italianistica dell'Istituto di Lingue Straniere di Samarcanda e Bukhara. Grazie alla loro mediazione culturale potrete entrare in contatto con la realtà del luogo e approfondire temi culturali e sociali. La quota di solidarietà per lo sviluppo locale prevista da questo viaggio finanzia l'attività dell'asilo dei bambini lyuli di Samarcanda attraverso l'onlus "Asilo di Samarcanda", che si occupa di aiutare le famiglie dei bambini coinvolti nel progetto e segue la formazione del personale dell'asilo.

    TUTTE LE TAPPE

    • GIORNO 1: Italia – Tashkent

      Volo dall'Italia, arrivo e sistemazione nella capitale uzbeka.

    • GIORNO 2: Tashkent

      Intera giornata di visita della più grande metropoli dell'Asia Centrale, la città ancora più "sovietica" del Paese.

    • GIORNO 3: Tashkent – Samarcanda

      Trasferimento e primo incontro con la mitica Samarcanda.

    • GIORNO 4: Samarcanda

      L'incredibile patrimonio storico-artistico-architettonico della città, partendo dalla piazza del Registan, tra minareti, moschee, mausolei e bazar.

    • GIORNO 5: Samarcanda

      Alla scoperta dell’altra Samarcanda, con l'incontro presso le scuole della minoranza lyuli e gli altri approfondimenti sociali.

    • GIORNO 6: Samarcanda – villaggi rurali

      Fuori dalle grandi città e dalle strade più battute, per un’immersione nella vita quotidiana dei villaggi e delle campagne.

    • GIORNO 7: Villaggi rurali – Bukhara

      Si prosegue verso Bukhara, perla dell'Asia Centrale, dove è ancora possibile respirare l'atmosfera del Turkestan pre-russo.

    • GIORNO 8: Bukhara

      Intera giornata alla scoperta della città: la fortezza dell'Ark, il minareto Kalon, madrasse, botteghe di tappeti e spezie…

    • GIORNO 9: Bukhara

      Escursioni nei dintorni della città, per scoprire il sufismo Nakhshabandi e un’antica necropoli.

    • GIORNO 10: Bukhara – Khiva

      Lungo trasferimento attraverso l'infuocato deserto del Kyzylkum.

    • GIORNO 11: Khiva

      Quale migliore occasione per perdersi tra le magiche stradine di un'antica città carovaniera sulla Via della Seta?

    • GIORNO 12: Khiva – fortezze del Karakalpakstan

      Dopo lo splendore di Khiva, comincia l'avventura nel remoto Karakalpak. Pernottamento in yurta sotto le stelle!

    • GIORNO 13: Campo yurte di Ayaz Kala – Nukus

      Ancora avanti fino a Nukus, lontana da tutto, eppure dimora dell'eccezionale Museo Savitsky di arte russa.

    • GIORNO 14: Nukus – Moynak – Nukus – Tashkent

      Escursione fino all'estremità di quello che fu il grande Lago d'Aral, per una riflessione sul suo dramma ambientale.

    • GIORNO 15: Tashkent – Italia

      Si rientra nella capitale e da qui il volo di ritorno in Italia.

    I NOSTRI ACCOMPAGNATORI

    Massimo

    Massimo

    Ho vissuto a Samarcanda dal 1997 al 2013. Ritornarci è occasione per rivedere i luoghi, le persone, i racconti e i cibi che ho incontrato. I viaggiatori mi accompagnano volentieri in questa rivisitazione: in quanto soggettiva è una bella chiave di accesso al paese.

      4968
      Piera

      Piera

      Ho conosciuto la Russia durante gli anni di studio della lingua russa e poi ho vissuto molti anni in Uzbekistan, insegnando italiano all’Istituto delle Lingue Straniere di Samarcanda. Torno sempre volentieri nell’ex URSS: mi piace vedere come cambiano i paesi e riscoprirli ogni volta!

        4984

        FOTO GALLERY

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        • Uzbekistan

        VIAGGI SOLIDALI

        Società Cooperativa Sociale Onlus
        P.zza della Repubblica, 14
        10152 TORINO
        Tel: 011-4379468
        Email: info@viaggisolidali.it
        P.IVA: 08998700010

        Silver medal, best Innovation
        by a Tour Operator


        DOCUMENTAZIONE

        Assicurazioni viaggiatore
        Contratto di viaggio
        Copyright

        Rea: TO 10818
        Albo delle Cooperative: A161747 del 05/01/2005
        Lic. Ag. Viaggi n. UL/2005/65/7 del 12/05/2005
        Assicurazione RCT/RCO: UNIPOL polizza 149563032
        Polizza insolvenza: CBL Insurance Europe

        Privacy Policy

        SIAMO SOCI DI



        ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

        Registrandoti alla Newsletter acconsenti alla nostra Privacy Policy