TITLE

DESCRIPTION

Ode alla Terra de Boa Gente…dal nostro mediatore culturale Mozambico: Martins

In una  mattina con il cielo buio, affollata di esseri che increspano il silenzio delle gelide strade , contemplo con passione questo scorcio.
Simulo l’indifferenza apatica della gente comune attorno; e per sfuggirne mi rifugio nella pura nostalgia della Terra de Boa Gente,  il mio Mozambico.
Nostalgia della Terra Nostra, la terra degli uomini di tutti i colori e, anche, odori.
Laddove il buio si trasforma nelle aurore risplendenti e il cielo si accende fino a che gli angeli provano i loro balli serali ai ritmi dei tamburi.
Non c’é paragone, gli unici comuni siamo noi, io e te! E forse anche loro, tutti quelli che sono sparsi e ingoiati da questa infinita strada.
Magari più tardi uscirà il SOLE. É primavera, ma non sembra neanche, i tempi sono cambiati. L’homo consumer sta cambiando il mondo.
Speriamo che questa fila non arrivi sino in Mozambico, per preservare la culla dell’umanitá, la nostra mamma Africa.
Proviamo a salvare la nostra culla, ma non lasciatemi solo, partiamo insieme.  Andiamo in giro per il mondo a diffondere un altro stile di vita, per salvare il pianeta, dall’homo consumer. Andiamo a predicare una nuova dottrina, basata sulla salvaguardia della natura, dell’amore, della solidarietà e, soprattutto, sul rispetto e il consumo consapevole.
Si fa tardi, il sole, non spunta. Rientro a casa, mentre mi domando, dov’é (la mia) casa! Penso ad un detto popolare della saggezza tradizionale africana: casa é dove hai la testa. Quindi, sono a casa? …Me lo domando ancora.
Mi muovo verso (il) SOLE, trovo una folla di gente indignata! Allora mi sento vivo, penso alla rivoluzione, penso ai nostri eroi morti, Machel, Mondlane e anche a quelli vivi accecati dall’ambizione e dal capitalismo mortificante.
Trovo la forza della lotta. Mentre tanti altri cantano (la) crisi, io canto (l’)Africa.  Io canto viva (l’)Africa!
I riti catartici delle parole dell’indignazione evocano inutilmente Ghandi, Che Guevara, sotto la faccia coperta con le maschere della V di Vendetta. C’é un altro ritmo, sento che ci vuole davvero un cambiamento. Penso seriamente alla salvaguardia delle radici della cultura.
I pensieri fluiscono fino a ricongiungersi di nuovo con il Mozambico, vedo chiaramente la ragionevolezza nel voler proteggere la nostra cultura, nel promuovere progetti ecosostenibili e lottare fino alla Vittoria.
Subito ho sentito un’energia positiva, ho cominciato a grattarmi la testa, ho preso la penna e ho programmato un viaggio verso il sud. Ma non si tratta di un viaggio qualsiasi, si tratta di un Viaggio di TURISMO RESPONSABILE.
A questo viaggio sono invitati tutti coloro che hanno spirito di rivoluzione e voglia di dare una parte di loro stessi per il cambiamento sociale.
Il nostro viaggio ci consentirà una immersione all’interno di una cultura della grande Africa, quella del Mozambico. I nostri sensi saranno impregnati di profumi, odori e colori della natura e ci innamoreremo di una cultura millenaria e sconosciuta, in un mondo selvaggio e naturale.
Ma non solo, ammireremo la quotidiana lotta dei Mozambicani che, nonostante le infinite difficoltà,vanno avanti.
In tale occasione sveleremo i miti del magnifico folklore dei popoli Bantu, così primitivi come le loro lingue e, resteremo sorpresi ed incantati dal fascino smisurato dei loro villaggi e del’arte del caos delle loro città. Ci innamoreremo anche delle selvatiche spiagge così esotiche come l’arte indigena che permea ogni angolo delle case, del cibo e della vita quotidiana.
L’essenza di tutto il viaggio é la gente, la Boa Gente che ci svela l’amore, il coraggio, la gentilezza e la gioia di vivere come chiave della vita.
Non é roba per chiunque, é per quel viaggiatore che porta il suo zaino da riempire con esperienze di vita. Per chi si muove verso nuovi luoghi per vivere e rivivere, per apprezzare e godere del dono di Madre Natura.
In definitiva, questo viaggio é un‘avventura in cui incontreremo noi stessi e assieme agli altri godremo della gioia di vivere, anche se rischieremo di non essere compresi.
É già tardi, un altro giorno se ne va ed un altro arriverà. É tempo di cambiamenti, quindi, cambio anch’io. Spero di trovare gente che sappia ascoltare. Auguri a chi oserà incontrare coloro che abitano la Terra de Boa Gente. Auguri a chi legge, l’audacia di intendere, di ascoltare e, anche, di scrivere é roba per brava gente.

Anche tu sei GENTE BOA. Buon 1° maggio a tutti!

Marins Guambe

 

Lascia un commento

Prossime partenze

Viaggi a partire dal: 19-10-2017
  • marocco ifni gzira plage Partenza: 21/10/2017 - Rientro: 05/11/2017
    La frontiera sahariana: là dove il deserto sprofonda nell'infinito oceano
  • Birmania Partenza: 27/10/2017 - Rientro: 11/11/2017
    Speciale Festival delle Mongolfiere a Taunggyi
    Terra dorata di pescatori, monaci, tribù etniche: un viaggio d'incontro
  • senegal sine saloum12 id45_2016 Partenza: 28/10/2017 - Rientro: 05/11/2017
    Il Senegal della diversità: riserve naturali, ospitalità e consapevolezza
  • Cuba Partenza: 04/11/2017 - Rientro: 19/11/2017
    Dall'Havana a Santiago, dai sogni del Che alle spiagge dorate
  • senegal parco djoudj pellicani Partenza: 11/11/2017 - Rientro: 19/11/2017
    I Parchi nazionali e non solo... il paradiso, a nord di Dakar

VIAGGI SOLIDALI

Società Cooperativa Sociale Onlus
P.zza della Repubblica, 14
10152 TORINO
Tel: 011-4379468
Email: info@viaggisolidali.it
P.IVA: 08998700010

Silver medal, best Innovation
by a Tour Operator


DOCUMENTAZIONE

Assicurazioni viaggiatore
Contratto di viaggio
Copyright

Rea: TO 10818
Albo delle Cooperative: A161747 del 05/01/2005
Lic. Ag. Viaggi n. UL/2005/65/7 del 12/05/2005
Assicurazione RCT/RCO: UNIPOL polizza 149563032
Polizza insolvenza: CBL Insurance Europe

Privacy Policy

SIAMO SOCI DI



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Registrandoti alla Newsletter acconsenti alla nostra Privacy Policy